venerdì 13 marzo 2009

piada burger & ham

Non amo molto i cibi preconfezionati, diciamo che la piadina a me piace farla a mano, però nei momenti in cui non si ha davvero tempo per cucinare, posso consigliarvi le piade Antina Piadineria Romagnola fresche (si trovano solo nel banco frigo e hanno una confezione trasparente verde) all'olio d'oliva. La ricetta tradizionale della piadina infatti prevede la presenza di strutto negli ingredienti, cosa che trovo alquanto indigeribile, con gonfiori galoppanti al seguito.
Ma questa piadina all'olio è veramente ottima. Oltre ad essere leggerissima (non mi crea davvero alcun problema), non contiene alcool e non è trattata con alcool etilico, che come sappiamo viene usato abbondantemente in tutti i prodotti da forno preconfezionati (in realtà bisognerebbe proprio evitare di mangiare tali prodotti in situazioni come la mia, infatti io evito!). Quindi, la piada contiene olio d'oliva e non strutto, non contiene alcool, gli unici ingredienti sono acqua, farina, olio d'oliva e poco lievito! Meglio di così!

Ingredienti per due persone:

2 hamburger già pronti (o pari peso di carne macinata)
1 uovo fresco
1 patata
1 carota
qualche fetta di galbanino o formaggio simile, cmq molle
grana padano a piacere
2 piadine Antica Piadineria Romagnola all'olio d'oliva già pronte

Preparazione:

ovviamente per hamburger già pronti intendo i classici hamburger che mi faccio preparare dal macellaio e macinare sotto gli occhi: carne magra e con poco grasso!
Prendete gli hamburger, metteteli in una ciotola, aggiungete l'uovo e il grana e mescolate il tutto, in modo che risulti una carne finemente macinata e morbida. In seguito poneteli in una padella con un dito di acqua della bottiglia e mettete sul fuoco.
Nella padella inserite anche una patata piccola tagliata a pezzettini piccoli e una carota, in modo che si possano cuocere insieme alla carne (la carota resterà cmq un pò croccante).
Nel frattempo fate scaldare le piade nel forno. Le piadine in questione sono morbidissime, vi accorgerete dell'assenza di alcool sentendone il profumo! Mettete qualche minuto (1 o 2, non di più) la piada a scaldare nel forno ben caldo.
Una volta cotta la carne, aggiungete qualche pezzettino di galbanino (ma non troppo!), un pò di sale e mescolate bene. Togliete la piada dal forno e versate parte della carne nella superficie, riempiendo circa la metà della grandezza della piada.
Subito dopo chiudetela a formare un rotolo, e tagliatela a metà.

La vostra piada è pronta!! Buon appetito!!

NB potrete aggiungere, se il vostro stomaco ve lo permette, anche una fetta di prosciutto cotto, come ho fatto io (si vede nella foto)..verrà sicuramente più saporita! Ricordate sempre che il prosciutto deve essere di qualità e non troppo salato (va bene il Ferrarini).
La piadina deve risultare morbida, fate attenzione alla temperatura del forno, se viene scaldata troppo poi diventa dura e sarà impossibile arrotolarla!

NB Ecco la confezione e il sito della piadina Antica Piadineria Romagnola. La piadina che compro è quella light all'olio d'oliva, la confezione verde.

3 commenti:

MANUELA ha detto...

Anche io la piada preferisco ormai farmela in casa, perchè l'odore di alcool che esce dalle confezioni di quelle già pronte, mi da' il volta stomaco.
Bellissima idea il tuo ripieno.
Bacioni

Doriana Silvestra ha detto...

non ho ben capito.. ma la piadina è di marca "loriana" (come c'è scritto nella lista degli ingredienti) o Antina piadineria romagnola???
grazie.. e proverò se è vero che non contiene strutto! non posso nemmeno immaginare di mangiare una piadina x via della indigeribilità che mi provoca..

ricetteleggere ha detto...

Scusa il ritardo della risposta, la piadina è di Antica Piadineria Romagnola, non loriana..chissà perchè ricordavo la loriana! Io posso dirti che non mi dà nessun problema e la consiglio sicuramente.
La confezione è trasparente e un pò verde, farò una foto così potrò dare un'idea più chiara!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...