venerdì 19 novembre 2010

Dieta forzata e minestrina

Come tante ormai tramontate adolescenti della mia età mi sono lasciata trasportare dalla Carletto-mania. E che sarebbe? Beh, la collezione dei personaggi Carletti dei Sofficini Findus. Ecco, proprio io che non mangio sofficini. Diciamo ogni tanto quelli al formaggio, ma OGNI TANTO. L'altro giorno ho finito la mia collezione. E meno male. Perché, oltre ad avere il freezer pieno di scatole di sofficini che potrò smaltire solo con un sofficini-party, ho anche mal di stomaco...alé! Il colpo di grazia me l'hanno dato i sofficini alle verdure che sono...buonissimi ma...hanno i peperoni, o non so se le verdure siano soffritte o cosa, insomma, anche cotti al forno mi hanno distrutta. E così stasera, dopo 24 ore di digiuno forzato, mi sono fatta una semplice minestrina (e mi sa che la cosa durerà tutto il weekend, che bellezza!).

Postare la ricetta di una minestrina sembra quasi una presa in giro. Beh, non lo è! Prima di tutto bisogna annotare dei punti essenziali. La minestrina non si fa con i dadi già pronti, siano questi in cubetto o liofilizzati! Quegli alimenti contengono molte sostanze che non andrebbero proprio mangiate, a partire dal glutammato. In commercio ce ne sono anche altri tipi senza glutammato, ad ogni modo io non uso mai il dado perché, glutammato o meno, mi fa malissimo! 
Come fare allora la minestrina? Se avete mal di stomaco evitate proprio di fare il brodo. Io a volte, quando non riesco a mangiare quasi nulla, uso della semplice acqua a cui aggiungo, dopo cottura della pasta, un goccio di olio, del grana e se va bene due formaggini (vedi la foto). Basta! Ma se avete tempo e voglia, potrete fare voi il brodo, o cmq aggiungere dei piccoli pezzi di verdure (carote, patate, sedano, anche insalata se volete, zucchine) o anche una sola all'acqua che usate per cuocere la pastina. 
Basterà metterli subito nell'acqua, e procedere come al solito, senza però scolare la pasta.
Naturalmente uso solo acqua della bottiglia (e in questo caso, visto che il brodo si beve mangiando, un po' come per il tè, è una cosa che consiglio vivamente), e pastina biologica. A volte spezzo in piccoli pezzettini gli spaghetti. 
I formaggini che digerisco (anche per quelli, a volte, ho problemi), sono i Bel Paese, ma a volte compro anche i Tigre, che hanno un retro di Emmenthal

Ricordate di non mangiare mai alimenti troppo caldi! La minestra sarà ovviamente calda. Io, nel piatto (cosa orrenda, lo so...) aggiungo sempre mezzo bicchiere d'acqua tiepida, in modo che la mia minestra sia meno calda e non mi possa dar fastidio. 

E se anche voi questi giorni avete qualche problemino...beh, buona minestrina (e speriamo che passi in fretta!). 


7 commenti:

ELel ha detto...

Questa minestrina fa proprio post mangiatona/indigestione e visto il periodo che si sta avvicinando questi consigli possono sempre tornare utili :))
PS: aspetto il MMF ;))

Mirtilla ha detto...

anche mio figlio va pazzo per carletto,per fortuna mangia anche i sofficini, anche se nn ne sono cosi contenta....

ricetteleggere ha detto...

@Ele grazie, come sei umana!

@MIRTILLA: eh lo so, ma lo capisco, sono proprio buoni.....

zuccacapricciosa ha detto...

la Carletto mania è scoppiata anche qui in casa nostra, ma devo dirti che qualche problema di acidità di stomaco ogni tanto si presenta con questi alimenti. Per il brodo, faccio il dado vegetale home-made, zero glutammato e conservanti e tanta genuinità. Oppure anche quello di pollo, in questo modo sono strasicura di ciò che c'è dentro ;)
Adoro le minestrine anche quando sto bene al contrario di mio marito, che le battezza "le sciacquabudelle".
Grazie della tua visita alla mia cucina. Io ti tengo sempre d'occhio nel mio angolo leggero http://imieisemidizucca.blogspot.com/
non mi perdo uno dei tuoi post ;) grazie. Buona giornata.

ricetteleggere ha detto...

@zucca capricciosa
grazie mille a te! In effetti l'acidità è sempre dietro l'angolo...le sciacqua budelle hahahhaha! Simpaticissimo!! Grazie per l'angolo leggero, a presto ;)

Lo ha detto...

io la minestrina l'adoro....quella con i filini poi...semplic esemplice...l'aggiunta del formaggino me l'ero scordata..ma mi ricorda quando ero nanetta :)

spero che ora sia passato tutto :)

Webbina ha detto...

Ciao e che bel blog!!!!!! Complimenti!!! anche io soffro di stomachino e, per la lista delle cose che non posso mangiare, faccio prima a dire cosa posso mangiare.
Per me, NO secco a uova, latte, latticini, lievito di birra e lieviti naturali, carne di maiale (quindi anche la maggior parte degli insaccati), verdure fiorite, limone, frutta acida (arance etc...), miele, farro, salmone, tonno, pomodori, melanzane, peperoni, patate e piselli... Avresti una riccetta di un dolce che non contiene lievito di birra, uova, latte e limone? Grazie!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...