martedì 6 settembre 2011

Insalata di riso velocissima

Qui in Emilia Romagna fa ancora un caldo da morire. Voglia di cucinare zero, anzi, sotto zero!
Ho preparato al volo un insalata di riso con quello che avevo in casa, stando poco attenta alla genuinità (l'afa toglie spessore anche al cervello), ma che comunque voglio segnalare, dato che l'ho digerita bene e mi sono trovata bene. Ho preparato del semplice riso in bianco, della marca Alce Nero. E' praticamente l'unico riso che ormai uso, lo trovo molto digeribile e quindi non lo cambio più. Va bene sia il baldo che l'arborio, anche se io preferisco il baldo, per la consistenza. 
Il riso va cotto semplicemente bollito in acqua salata e poi scolato e lasciato intiepidire. Io l'ho tenuto una notte in frigo, si è ben attaccato e con un po' di olio poi l'ho tutto mescolato bene, così l'insalata è rimasta bella fresca (e ci voleva).
Come condimento ho aggiunto, in circa 250 gr di riso, una confezione di pisellini e di fagioli cannellini de Le conserve della nonna. Tra tutti i prodotti pronti in commercio, sono quelli che digerisco meglio. Prima di tutto sono buoni, poi sono conservati nei barattoli di vetro e infine l'acquetta di conserva non è acida, anche se io sciacquo sempre bene il contenuto sotto l'acqua prima di usarle. Ho anche aggiunto dei filetti di sgombro della Rizzoli, sempre al naturale. Infine olio evo fruttato. 

Meglio i piselli e i fagioli freschi, senza dubbio, e meglio non usare troppo le scatolette di latta, ma quando non ce la si fa proprio a cucinare per il troppo caldo, questa può essere una buona alternativa, avendo comunque cura di cuocere bene il riso (non deve essere al dente) e di lavare il contenuto delle scatolette sotto acqua corrente. E' anche importante non eccedere nella quantità del condimento. Il riso deve essere l'alimento più abbondante di tutto il piatto. 




1 commento:

nonna papera ha detto...

ciao...trovata x caso e ti seguiro'molto volentieri...mi piace un sacco cio' che proponi...in linea con il mio modo di magiare che molti definiscono strano...al di la' dei dolci...non sono un gran che' in cucina...
buon we!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...